Migliorare il posizionamento del sito

"Se nessuno ci trova, allora non esistiamo."

Il webmaster deve occuparsi anche del posizionamento del sito sui motori di ricerca
Dopo la registrazione, riuscire a portare il proprio sito tra i primi risultati delle ricerche è fondamentale per farsi trovare dagli utenti. Molti infatti non vanno oltre la prima pagina dei risultati delle ricerche e comunque un posizionamento oltre la terza pagina (30a posizione) è da considerarsi non significativo.

Cosa possiamo fare per farci trovare più facilmente?
Una volta che il sito è on-line, inizierà pian piano ad apparire sui motori di ricerca (se questo non avviene è possibile segnalare gratuitamente il sito agli stessi), ma questo non ci garantisce il posizionamento e tantomeno visitatori.
Alcune cose possono invece essere fatte per migliorare il posizionamento del nostro sito web a fronte di una ricerca. I motori leggono letteralmente il codice contenuto nelle pagine del sito, lo analizzano e utilizzano queste informazioni per catalogarci. Più i contenuti sono coerenti con specifiche parole (parole chiave), più saremo in alto di classifica quando un utente le cercherà. L'ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca non produce risultati immediati: per raggiungere un buon PageRank sono necessari diversi mesi. Tentare di accelerare questo processo può far commettere errori, con conseguenze anche gravi.
Molto, quindi, dipende da come vengono scritte le pagine del nostro sito:
1. scegliere le parole chiave - Le parole chiave sono i termini ricercati dagli utenti all'interno dei motori di ricerca per trovare il tuo sito. tipicamente un elenco di parole che rappresentano i contenuti e i prodotti presentati sul nostro sito.
2. usare le parole chiave nel testo - Il testo contenuto nelle pagine web dovrà essere ottimizzato per contenere una o più delle parole chiave. Suggerisco di utilizzare su ciascuna delle pagine del sito solo le parole che fanno riferimento agli argomenti e ai prodotti trattati dalla stessa pagina.
3. usare i Meta-Tag - Il Meta-Tag è del codice contenuto nei singoli file HTML del nostro sito e che viene letto dal motore di ricerca per indicizzarlo. Informazioni sufficientemente complete e dettagliate possono essere trovate, ad esempio, nel sito webmarketing.html.it. Non usare più di 10/20 parole chiave per ogni pagina pubblicata.
4. Incrementa i collegamenti esterni - I motori di ricerca interpretano i link al tuo sito come "voti", ovvero come conferme della popolarità del sito. Pertanto, più collegamenti al tuo sito esistono, più elevato sarà il suo PageRank. Iscriviti alle directory più importanti che seguono argomenti correlati ai tuoi prodotti. Proponi ai siti in qualche modo attinenti alla tua area di attività uno scambio di link reciproci. Se hanno un buon PageRank, tanto meglio. Scrivi articoli e comunicati stampa sui siti specializzati: è un ottimo modo per incrementare i link e migliorare il posizionamento del sito o della specifica pagina web.
5. usiamo strumenti tradizionali - spediamo una mail ai nostri contatti, inseriamo il dominio nella nostra carta intestata, biglietti da visita, gadget, ecc. e includiamolo nella firma della nostra posta elettronica.
6. campagne pay-per-click - Efficace e semplice da usare è, ad esempio AdWords di Google ma anche gli altri motori di ricerca ne hanno uno loro.
E' una forma di pubblicità che però viene definita dall'utente sia in termini di parole chiave che di costi. Il vantaggio è che si pagherà solamente in funzione del numero di visitatori che effettivamente accederanno al nostro sito. Una campagna pay-per-click può diventare costosa ma, se utilizzata correttamente, porterà visitatori al tuo sito.