E-mail marketing - Parte 1

l'e-mail marketing è al secondo posto in termini di pubblicità sul web
Dopo il posizionamento nei motori di ricerca, l'e-mail marketing è al secondo posto in termini di pubblicità sul web.
La sua capacità è quella di riuscire a garantire un filo diretto con il potenziale cliente; per questo motivo non si tratta di inviare messaggi e-mail a chiunque: i destinatari devono essere selezionati per ottenere un risultato soddisfacente.

Una campagna di e-mail marketing deve essere ben pianificata e gestita avendo particolare coura dei diversi aspetti che la compongono:
1. I destinatari;
2. I contenuti;
3. La durata;

I destinatari della campagna

la campagna di marketing deve esser impostata in modo efficace. Bisogna saper individuare il proprio target di riferimento, impostare la mail per il primo invio, quella per il secondo ( in funzione della risposta ricevuta ecc. ecc.) . Lo spam non serve comunque a nulla o, peggio, danneggia chi lo pratica.
E' infatti dall'elenco dei destinatari che bisogna partire per impostare tutta la campagna. Bisogna conoscerli bene per sapere se preferiscono un messaggio testo o html, se preferiscono un linguaggio più tecnico o informale.
A questo punto bisogna raccogliere le informazioni necessarie: la e-mail. Il primo passo è organizzare, dividere i dati dei nostri clienti; dopodicchè possiamo (dobbiamo) avere un form d'iscrizione sul nostro sito web soprattutto se stiamo parlando di una Newsletter.
Come ho già detto, fare dello spam è inutile, poco redditizio e anche controproducente per la nostra ditta: non acquistiamo elenchi infiniti di e-mail se non siamo in grado di selezionarli per le diverse tipologie di campagne e-mail che faremo (profilare i potenziali clienti).